Non è detto che se si decida di passare una giornata fuori porta si debba per forza optare per  uno sport estremo. Lasciamo quindi da parte per un giorno il rafting con le sue rapide in gommone e l’hydrospeed con le sue discese da brividi ed entriamo in un altro mondo, quello del River Walking.

Al Centro Rafting le Marmore è stata introdotta questa nuova attività aperta veramente a tutti, non bisogna necessariamente saper nuotare e non c’è un limite minimo o massimo d’età. Questo vuol dire che si può organizzare una giornata in famiglia e che grandi e piccoli possono fare la stessa attività insieme, così come anche chi non sa nuotare potrà godere del bellissimo paesaggio tropicale della cascata più alta d’Europa.

 

Dove e come si pratica il River Walking

Il fiume è lo stesso dove si praticano le altre attività, ovvero il Nera, e qui la domanda sorge spontanea: “Come si fa ad attraversare a piedi un fiume che di solito si attraversa in gommone?”. Facile, perché come quasi tutti sanno, la cascata delle Marmore è artificiale e quindi c’è la possibilità di aprire e chiudere la diga da cui sgorga l’acqua. Proprio in questo modo ogni giorno ad un determinato orario la diga viene chiusa e il flusso dell’acqua diminuisce da 14 metri cubi al secondo a 1 metro cubo permettendo così l’abbassamento del livello dell’acqua.

L’abbigliamento giusto per la discesa

Detto questo, come in tutte le altre attività, la parte principale è quella che riguarda il vestiario: il centro offrirà a tutti coloro che parteciperanno alla camminata una muta di neoprene, la stessa utilizzata nelle discese in hydrospeed, una giacca da mettere sopra la muta, scarpe in neoprene apposta per non scivolare sui sassi o le rocce, casco e giubbetto salvagente. E’ molto importante capire che la sicurezza sempre al primo posto, si sta comunque camminando sul letto di un fiume e quindi piccoli incidenti possono capitare ed è bene essere protetti.

ALB_2318

La muta è molto importante e anche più doppia di quella che viene utilizzata per il rafting, questo perché ci saranno delle parti in cui bisognerà nuotare o semplicemente lasciarsi trasportare dalla corrente e l’acqua del fiume è tutto fuorché calda.

Il paesaggio spettacolare della cascata delle Marmore

Finita la preparazione si può iniziare subito con la discesa che è posta proprio sotto la cascata, quieta perché spenta, e già l’entrata ha il suo perché: un tuffo e ci si ritrova nel fiume. La camminata che dura circa un’ora è un susseguirsi di momenti in cui si cammina in piedi, si nuota, si scivola attraverso le rapide a seconda dell’altezza dell’acqua che ci circonda.

ALB_2342

Non preoccupatevi di nulla non sarete soli, le guide vi accompagneranno per tutto il tragitto e vi mostreranno per primi dove mettere bene i piedi, dove stare attenti, come affrontare una rapida e anche come camminare affinché non si vada a sbattere sulle rocce.

Nel mezzo il paesaggio è da togliere il fiato, ci si immerge nella natura più incontaminata e si può godere di paesaggi davvero splendidi a partire dalla vegetazione che ci circonda, alle rocce ricoperte di calcare fino ad arrivare alle piscine naturali dove si può riposare nel mezzo della camminata. Il momento più suggestivo è quando ci si trova a passare sotto un arco naturale che lascia veramente senza parole dando l’impressione di entrare in un quadro tanta è la bellezza. Elettrizzanti anche i momenti in cui si devono attraversare le rapide dove l’acqua con la sua corrente vi permette di scivolare come se niente fosse.

River Walking

River Walking

Il River Walking è davvero un’occasione per staccare la spina dal rumore, il traffico e il nervosismo caratteristico delle città e di entrare a stretto contatto con tutto quello che la natura ha da offrire.  Un’esperienza unica che sicuramente vi lascerà senza parole.